Le Assicurazioni sulla Vita fungono da previdenza all’assicurato che potrà costruirsi nel corso del tempo un fondo economico per il futuro.
I rischi che vengono previsti da un’Assicurazione sulla Vita sono essenzialmente di due tipi e riguardano il rischio di morte ed il rischio di sopravvivenza.

Pertanto tali assicurazioni garantiscono un indennizzo o risarcimento economico qual’ora la famiglia dell’assicurato si ritrovasse in serie difficoltà in seguito alla perdita del proprio caro. Mettiamo il caso in cui venga stipulata un’Assicurazione Vita Temporanea Caso Morte (https://www.altroconsumo.it/soldi/assicurazioni/news/polizze-caso-morte-soldi-diritti-117)e l’assicurato sia un padre di famiglia che per sfortunate circostanze venga a mancare prematuramente, la famiglia potrà usufruire del capitale accumulato dall’assicurato.

Vi è il caso di un’assicurazione sulla vita fatta per tutelare il soggetto assicurato in caso di sopravvivenza. Questo caso può sembrare apparentemente paradossale, tuttavia si pensi al caso in cui il soggetto assicurato si trovi nella condizione di dover versare una somma di denaro di cui non dispone dopo 30 anni. L’Assicurazione sulla Vita gli permetterebbe di far fronte alla spesa senza grosse difficoltà.

 

Assicurazione sulla Vita: Cosa Copre e come funziona?

Oltre alla copertura in caso di morte ed in caso di sopravvivenza, una polizza di Assicurazione sulla Vita è anche mista. Si tratta di una formula che entrambe le eventualità. All’interno della polizza saranno riportate diverse informazioni tra cui:

  • tipologia di polizza
  • dati anagrafici del contraente (o il soggetto che procede con la stipula del contratto) , soggetto assicurato (ovvero colui a cui viene fa riferimento il rischio di morte o sopravvivenza) e beneficiario (colui che usufruirà dell’indennizzo assicurativo)
  • durata dell’assicurazione
  • Entità del premio
  • modalità di pagamento
  • Capitale che si intende assicurare

Prima di accettare una richiesta di assicurazione sulla vita, la compagnia d’assicurazione richiede al soggetto una visita medica per conoscere l’attuale stato di salute. Inoltre, il soggetto che intende richiedere una polizza di assicurazione sulla vita dovrà compilare un questionario, riportando notizie sulle sue condizioni di salute, attività quotidiane e sportive svolte quotidianamente, abitudini e stile di vita.

Il premio, versato dal contraente periodicamente all’assicurazione, è stabilito in base alla durata del contratto ed all’ammontare del capitale concordato. Sono previste due modalità di versamento del premio: in una soluzione unica (premio unico) o in un versamento annuale (premio ricorrente). Esiste una terza modalità di versamento che lascia spazio al contraente di decidere la cadenza del versamento della somma (mensile, trimestrale, semestrale).  I versamenti del premio possono essere fatti attraverso RID, POS, bollettino postale e bonifico bancario.

Al termine del contratto ed al verificarsi di determinate condizioni, la compagnia assicurativa si impegna ad elargire in un’unica somma o attraverso una rendita al beneficiario (fino a fine vita di quest’ultimo).

Errore sul database di WordPress: [Table './i1988810_wo6/wp_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS wp_comments.comment_ID FROM wp_comments WHERE ( comment_approved = '1' ) AND comment_post_ID = 33920 AND comment_parent = 0 ORDER BY wp_comments.comment_date_gmt ASC, wp_comments.comment_ID ASC

Commenta