Certificato Successorio Europeo: di cosa si tratta e come il notaio può aiutarvi

Parliamo di diritto successorio ambito che non può prescindere dalla consulenza di uno studio professionale notarile per lo svolgimento delle pratiche e burocrazia necessaria. La figura del notaio (qui l’elenco completo dei notai Firenze e di tutti gli altri studi notarili in Italia) diviene ancora più preziosa e urgente nel caso di successioni internazionali.
Il diritto successorio è infatti disciplinato sia a livello nazionale sia a livello europeo per tutti i paesi facenti parte dell’UE. L’ultima regolamentazione dell’Unione Europea (2012) ha introdotto il certificato Successorio Europeo, uno strumento potente e fondamentale che permette ai cittadini dell’UE di esercitare i propri diritti in caso di un’eredità che coinvolga due paesi differenti. L’Italia ha recepito e dato attuazione al regolamento UE numero 650/2012 UE con la legge 161/2014 cogliendo appieno l’urgenza di colmare una lacuna che rendeva lunghe e complicate le successioni internazionali.

Certificato Successorio Europeo: quando può essere richiesto

In materia di successioni nel momento in cui vengano coinvolti due Stati dell’Unione ovvero quando la legittimai eredità debba essere dimostrata non nel paese in cui si presenta la vicenda successoria, ma in un paese diverso. In Italia si discute ancora sulla possibilità di richiesta e uso del Cse anche nel caso di successioni che non abbiano profili di internazionalità in quanto potrebbe colmare la mancanza di uno strumento più immediato in caso di contenziosi (ora risolti con una procedura ben più lunga che si conclude con una sentenza).

Certificato Successorio Europeo: chi può utilizzarlo

Il certificato successorio europeo legittima gli eredi ad esercitare i propri diritti in un altro paese dell’UE. Richiesto dagli eredi può essere tuttavia usato anche dai legatari, amministratori dell’eredità, esecutori testamentari. Disponendo del Cse l’intestatario potrà esercitare la capacità di succedere di se stesso o di chi rappresenta, prendere parte all’individuazione dei beneficiari e delle loro rispettive quote, alla concreta divisione dell’eredità ed esplicitamento delle responsabilità per i debiti ereditari nel paese altro coinvolto.

Certificato Successorio Europeo: chi lo rilascia

Il certificato successorio Europeo – abbreviato con la sigla Cse – può essere rilasciato solo da un notaio su richiesta degli eredi o legittimati (L. 261 art. 32 30/10/14).  Rilasciato da un pubblico ufficiale, il certificato successorio europeo avrà efficacia diretta e immediata su tutti i paesi dell’UE ad eccezione di Danimarca, Irlanda e Regno Unito. Il certificato si presenta fisicamente uguale in tutti i paesi dell’UE  (è la stessa UE a rilasciare i moduli che il notaio utilizzerà).

Errore sul database di WordPress: [Table './i1988810_wo6/wp_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS wp_comments.comment_ID FROM wp_comments WHERE ( comment_approved = '1' ) AND comment_post_ID = 34143 AND comment_parent = 0 ORDER BY wp_comments.comment_date_gmt ASC, wp_comments.comment_ID ASC

Commenta