Quali sono le differenze tra codice e codice di procedura penale e civile? Cosa differenzia una causa civile da una causa penale?

La differenza di base tra procedimento penale, processo penale e causa civile si spiegano da se ricapitolando i diversi codici di cui si compone l’ordinamento italiano e le principali fasi che vanno a costituire l’iter di un processo.
In riferimento al primo punto, occorre ricordare come il diritto in Italia si basa su norme scritte raccolte in 4 codici organizzati in modo unitario, sistematico e organico per un determinato settore del diritto.

  • Codice Penale e Codice di Procedura Penale
  • Codice Civile e Codice di Procedura Civile

 

Se si fa riferimento al codice e procedura penale significa che è lo Stato stesso a porsi come accusa verso una persona per un presunto reato da questa commesso. La causa è invece civile se due parti (l’attore e in convenuto) chiedono al giudice di intervenire per il riconoscimento di un diritto privato.

Codice Penale Vs Codice Civile: quando dal codice si passa alla causa

Il codice penale contiene obblighi e divieti e chi li infrange commette un reato. Viene quindi consultato per capire e specificare il perché, come e quando un comportamento diviene un reato. Il codice penale contiene anche le sanzioni e pene previste per ogni tipologia di infrazione/reato. Chi infrange il codice penale verrà accusato di aver commesso un reato di natura penale e chiamato in giudizio. L’iter di procedura seguirà quanto previsto nel codice di procedura penale:

  • indagini preliminari (eventuali udienza e procedimenti speciali);
  • dibattimento;
  • sentenza (eventuale fase esecutiva).

È il Pubblico Ministero che esercita l’azione penale e darà l’avvio al processo penale chiamando in causa l’imputato e iscrivendo il suo nome nel registro dei carichi pendenti (fino a questo momento la persona viene definita “indagato”).

Il codice civile è la raccolta delle norme che regolano i rapporti tra i privati cittadini: matrimonio e famiglia, proprietà e possesso, successione ed eredità, tutela dei diritti, contratti e obbligazioni, impresa, società e lavoro. Nel caso un privato consideri che una norma sostanziale sia stata violata, il come procedere è stabilito dal codice di procedura civile che disciplina appunta lo svolgimento di un processo tra privati.

Cosa accade quando un diritto, previsto e tutelato dal codice civile, viene violato? In questo caso, poiché in generale non ci si può fare giustizia da soli, la soluzione va trovata nel codice di procedura civile.

Infatti mentre il codice civile prevede la norma sostanziale, quello di procedura disciplina lo svolgimento dei processi aventi ad oggetto le controversie tra privati: a quale giudice va presentata la causa? Si può fare ricorso al giudice di pace? Esistono delle procedure alternative al processo giudiziale (ne è un esempio il divorzio consensuale breve davanti al sindaco)? Quali sono i termini del processo?

Sia il processo penale sia quello civile prevedono due gradi di merito: processo di primo grado e processo in appello con ricorso per cassazione.

  1. […] obblighi e divieti che se infranti comportano il commette un reato. Come sottolineato nelle differenze tra codice civile e penale, la specializzazione del professionista è di fondamentale importanza per lo studio del caso e […]

Commenta