Imprese agricole: tipologie, registro, agevolazione e finanziamenti

Definizione di impresa agricola

L’articolo 2135 del Codice Civile riporta le attività connesse all’esercizio dell’agricoltura ovvero imprese o società che svolgano attività industriali, commerciali, immobiliari o ipotecarie con l’obiettivo primo di migliorare l’attività agricola.

Tipologie di imprese agricole: la forma giuridica

Un’impresa agricola può essere definita in base a diversi parametri.
Uno dei primi parametri è la forma giuridica di società scelto:

  • Società agricola semplice (ovvero società di persone)
  • Società di capitali
  • Cooperativa e Consorzi
  • Ditta individuale

Le tipologie di società agricole più diffuse in Italia sono le ditta Individuali agricole e le società agricole semplici. Per la scelta di quale tipologia scegliere occorre la consulenza di uno studio notarile (se la vostra società sarà in Sardegna cercate tra i Notai Cagliari e così via per ogni distretto notarile).

Requisiti imprese agricole – ditta individuale

La scelta della tipologia giuridica di società non può essere casuale. Ad essa sono legate tanti e delicati aspetti amministrativi e fiscali ma, ancor prima, occorre rispettare dei requisiti per ognuna di esse.

Il 1°requisito per le imprese agricole è la ragione sociale ovvero essere registrata come “Società Agricola”.

Il 2° requisito è il possesso di una delle seguenti qualifiche:

  • Qualifica professionale di Coltivatore Diretto
  • Qualifica di Imprenditore agricolo professionale

Il 3° requisito dipende dalla forma giuridica per svolgere l’esercizio della propria attività.

  • Impresa agricola – società di persone
    Uno dei soci deve possedere una delle qualifiche menzionate sopra.
  • Impresa agricola – società di capitali
    La qualifica di coltivatore diretto o imprenditore agricolo deve essere posseduta dall’amministratore.
  • Impresa agricola – S.A.S
    La qualifica deve essere posseduta da almeno uno dei soci accomandatario.
  • Impresa agricola – società cooperative
    L’amministratore della società deve essere anche un socio.

Tipologie di imprese agricole più comuni

I tipi di società più comuni e conosciuti sono i consorzi agricoli e le cooperative agricole. La forma giuridica di consorzio nasce da un’unione di diversi produttori che seguono le medesime regole e obiettivi per una parte delle attività d’impresa. La cooperativa è creata da soci con scopo mutualistico e finalità di coltivazione, conservazione – trasformazione e distribuzione di prodotti zootecnici e/o agricoli.

Agevolazioni, bonus e finanziamenti agricoli

Ci sono degli aiuti statali e europei (riservate ai coltivatori diretti) che una società agricola che rispetti tutti i requisiti può richiedere nell’avvio dell’impresa e per la sua crescita. Un esempio è l’agevolazione per l’acquisto /arrotondamento di una ulteriore piccola proprietà.
Nel 2017, il Governo Renzi ha inserito nella Legge di Stabilità una delle agevolazioni più importanti degli ultimi anni ovvero un ammortamento al 140% per tutte le spese registrate fino 31/12 relative a impianti, macchinari, attrezzature. Rientra nel bonus agricoltura anche lo sgravo per l’assunzione di giovani, detrazioni di imposta per l’affitto di terreni a uso agricolo, tassazione dimezzata per i redditi dominicali, agevolazioni per chi lancia e-commerce di prodotti agricoli Made in Italy.

 

Errore sul database di WordPress: [Table './i1988810_wo6/wp_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS wp_comments.comment_ID FROM wp_comments WHERE ( comment_approved = '1' ) AND comment_post_ID = 34111 AND comment_parent = 0 ORDER BY wp_comments.comment_date_gmt ASC, wp_comments.comment_ID ASC

Commenta