Cos’è il matrimonio?  Il termine matrimonio raccoglie appieno l’essenza del suo significato: “Con matrimonio si fa riferimento all’impegno morale e civile stipulato da due membri di una coppia davanti ad un ufficiale civile o davanti ad un ministro di culto. La coppia in matrimonio si impegna a una comunanza di vita”

Contratto di matrimonio

Con la contrazione del matrimonio i futuri coniugi acquisiscono gli stessi diritti e doveri . Tra i doveri che derivano dal matrimonio vi è l’obbligo di fedeltà, assistenza morale e materiale, collaborazione per il mantenimento della famiglia e della prole-

Matrimonio: Codice civile

Ecco di seguiti gli Art. che regolano il matrimonio in Italia:

 

Matrimonio in comune e matrimonio religioso: qual’é la differenza?

La celebrazione del matrimonio può avvenire dinnanzi ad un ufficiale, nel caso di un matrimonio civile, o dinnanzi ad un Ministro del Culto religioso

Cosa si intende per matrimonio religioso?

Con matrimonio religioso si intende un atto di matrimonio celebrato con il rito di culto, in base alla religione di appartenenza di uno o entrambi i coniugi. Il rito matrimoniale religioso è di esclusiva competenza dei tribunali ecclesiastici e si differenzia notevolmente dal matrimonio concordatario  che attribuisce anche efficacia civile alle nozze religiose.

Con gli Accordi di Villa Madama del 1984, l’autorità ecclesiastica insieme allo lo Stato italiano hanno ribadito gli effetti civili al sacramento del matrimonio (riconosciuti con  il Concordato del 1929) resi  successivamente esecutivi con la legge di ratifica n. 121/1985. Attraverso tali accordi sarà possibile procedere con la celebrazione del rito religioso ed ottenere egli stessi effetti giuridici di un matrimonio civile.

Scelta Regime Fiscale di Matrimonio in Italia

Tra le preoccupazioni di due futuri coniugi vi è la scelta del regime fiscale da adottare nel matrimonio. Se la coppia non specifica la tipologia di regime fiscale da adottare, al momento del matrimonio, entrerà in vigore il regime legale che coincide con il regime di comunione dei beni.

Nel caso i coniugi vogliano scegliere un regime patrimoniale differente dovranno:

  1. Stipulare in presenza di due testimoni  u atto pubblico notarile in cui specificare la tipologia di regime patrimoniale scelto da entrambi i coniugi.
  2. Dichiarare di voler aderire ad un regime patrimoniale diverso e che quest’ultimo venga preso “in considerazione” dal Ufficiale Pubblico che provvederà a trascriverlo sull’atto di matrimonio.

Cos’é il regime patrimoniale? 

Secondo la definizione precisa “Il regime patrimoniale tra due coniugi è la disciplina che regola obblighi e doveri di due membri che contraggono matrimonio, in merito all’ acquisto ed alla gestione dei beni.”.

Cambio del regime matrimoniale: come si fa?

Se due coniugi dopo aver contratto matrimonio decidono di cambiare regime patrimoniale e passare dalla comunione dei beni alla separazione dei beni potranno farlo, rivolgendosi ad un notaio.

Affinché questo cambiamento abbia valore, dovrà essere trascritto sull’atto di matrimonio, pertanto il notaio dovrà comunicarlo al pubblico ufficiale civile.

Per la Liquidazione del regime matrimoniale consulta la sezione: Separazione/Divorzio

 

Errore sul database di WordPress: [Table './i1988810_wo6/wp_comments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed]
SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS wp_comments.comment_ID FROM wp_comments WHERE ( comment_approved = '1' ) AND comment_post_ID = 23705 AND comment_parent = 0 ORDER BY wp_comments.comment_date_gmt ASC, wp_comments.comment_ID ASC

Commenta